Statuto

Art.1 - E' costituita una Società non avente scopo di lucro e denominata "Società Italiana di Microbiologia Generale e Biotecnologie Microbiche"

Art.2 - La Società ha lo scopo di favorire gli studi e le ricerche di Microbiologia Generale e Biotecnologie Microbiche nei vari capi della batteriologia, della virologia, della micologia, della ficologia, della protozologia e dello studio delle cellule somatiche degli organismi superiori coltivate artificialmente, nonché delle tecnologie in cui i suddetti organismi e i loro prodotti vengono impiegati per la produzione di beni e servizi.

Art.3 - Organi della Società sono:
- L'Assemblea dei Soci
- Il Presidente
- Il Segretario-Tesoriere
- Il Comitato Direttivo

Art.4 - Il patrimonio della Società è costituito dai contributi dei Soci e da elargizioni a favore della Società. La quota di iscrizione e fissata dall'Assemblea.

Art.5 - Soci. All'atto della sua costituzione fanno parte della Società come Soci fondatori i firmatari proponenti. Possono essere ammessi a far parte della Società i cultori di Microbiologia Generale e Biotecnologie Microbiche i quali svolgono attività di ricerca in questo campo, comprovata da pubblicazioni su riviste scientifiche. L'ammissione dei Soci è demandata al Comitato Direttivo della Società, secondo la prassi che verrà fissata nel Regolamento. I Soci morosi non possono essere eletti alla cariche sociali.

Art.6 -Al Presidente spettano la direzione e la rappresentanza della Società e il Segretario Tesoriere ha la responsabilità amministrativa e la tenuta dei libri contabili.

Art.7 - Comitato Direttivo. Il Comitato Direttivo, a a partire dal terzo anno di vita della Società, è sostituito dal Presidente, dal Segretario Tesoriere e da nove Consiglieri. Opportune norme regolamentari dovranno favorire la rappresentanza nel Comitato Direttivo dei principali settori della Microbiologia Generale e delle Biotecnologie Microbiche. Il Comitato Direttivo viene convocato dal Presidente ogni qualvolta lo ritiene necessario, oppure su richiesta della maggioranza dei suoi membri.

Art.8 - I membri del Comitato vengono eletti dall'Assemblea dei Soci. Il Presidente dura in carica tre anni e non può essere immediatamente rieletto a tale carica. I consigliere vengono rinnovati per un terzo ogni anno a partire dal terzo anno di vita della Società. Non possono essere rieletti immediatamente alla carica di Consigliere, ma possono essere eletti Presidente e Segretario Tesoriere. Per i primi tre anni di vita della Società scadranno tre Consiglieri sorteggiati ogni anno; successivamente ogni anno scadranno i tre Consiglieri con maggiore anzianità di carica. Il Segretario Tesoriere dura in carica tre anni e può essere immediatamente rieletto alla carica solo per un altro triennio. La prassi per la presentazione delle candidature all'Assemblea e fissata dal Regolamento.

Art.9 - Assemblea dei Soci. L'assemblea Ordinaria viene convocata dal Presidente in occasione delle riunioni scientifiche della Società. Un'Assemblea Straordinaria può essere convocata dal Presidente su richiesta del Comitato Direttivo a maggioranza o di almeno il 20% dei Soci. Ogni deliberazione dell'Assemblea Ordinaria e Straordinaria viene presa a maggioranza dei votanti presenti e con la presenza di almeno la metà dei soci regolarmente iscritti ad eccezione delle votazioni per le modifiche di Statuto che devono essere comunicate ai Soci almeno 30 giorni prima dell'Assemblea che deve decidere su di esse. L'Assemblea Ordinaria esamina per l'approvazione il bilancio consuntivo. Tale bilancio deve essere approvato in precedenza da due revisori dei conti eletti dalla precedente Assemblea. I Soci possono essere consultati per lettera su qualunque argomento interessante la Società tranne che per le elezioni delle cariche sociali e per le variazioni di Statuto, che devono essere sempre votate ed approvate in Assemblea.

Art.10 - L'anno sociale inizia con il primo gennaio e finisce con il 31 dicembre.

Art.11 - Per tutto ciò che non è specificamente previsto dallo Statuto vale il Regolamento. Il Regolamento viene approvato dall'Assemblea dei Soci su proposta del Presidente. Le modifiche del Regolamento vengono decise dall'Assemblea a maggioranza.